Caffè avanzato: idee anti-spreco

Spesso può capitare che la bevanda stessa non venga consumata del tutto, in questo caso, come possiamo utilizzare il caffè avanzato?
Oggi vogliamo darvi alcuni suggerimenti per conservarlo adeguatamente e per non sprecarlo, impiegandolo in preparazioni come dessert e liquori, oppure per pulire i fornelli della cucina.

Come conservare il caffè avanzato
Avete preparato il caffè con la moka e ne è avanzato un po’? Se volete riutilizzarlo, dovete toglierlo dalla caffettiera quando non è più bollente e riporlo in un recipiente di vetro; metallo e plastica, invece, potrebbero pregiudicarne il gusto. Certo, il modo migliore per godere dell’aroma pieno di questa bevanda è consumarla quando è appena stata preparata, poiché le proprietà organolettiche si perdono con il passare del tempo, a causa dell’ossidazione. Tuttavia, il caffè si può conservare in frigo per 2 o 3 giorni massimo, ben chiuso in una bottiglia in vetro. È inoltre possibile congelarlo, come vedremo nei prossimi suggerimenti.

 

 

Utilizzare il caffè avanzato: idee per dessert golosi
Potremmo citare almeno un centinaio di ricette che prevedono tra gli ingredienti il caffè, dal tiramisù alla panna cotta, dalla crostata al gelato. Ce n’è per tutti i golosi! La buona, anzi, ottima notizia è che quando vi accorgete che è avanzato del caffè non è necessario buttarlo via, ma potete cogliere l’occasione per preparare un dessert e coccolarvi con una dolce pausa o un originale fine pasto.
Un’altra idea? Se avete a disposizione un paio di tazzine di caffè avanzato, i biscotti sono la scelta ideale: di pasta frolla, cantucci al cioccolato, senza burro o senza uova, queste 4 ricette sono tutte da provare. Con un quantitativo di caffè superiore (3-4 tazzine) potrete, invece, preparare una cheesecake, un grande classico che non stanca mai fino all’ultima briciola. Infine, ecco quattro varianti della torta al caffè, compresa una versione senza cottura.

Cubetti di ghiaccio con il caffè avanzato
Come già accennato, potete conservare il caffè che non è stato consumato in congelatore. Un’idea utile può essere quella di preparare dei cubetti di ghiaccio, utilizzando gli appositi contenitori, che possono servire a rinfrescare e aromatizzare bevande vegetali come il latte d’avena o di mandorle, ma anche lo stesso latte vaccino, o il liquore al caffè, di cui parleremo tra poco. Avete mai provato?

Utilizzare il caffè avanzato per preparare dei liquori
Se anche voi amate preparare i liquori in casa, da gustare in compagnia o regalare agli amici più cari, potete farlo approfittando del caffè avanzato. Ne occorre un quantitativo maggiore rispetto a quello necessario per i dessert, ma potete sempre prepararne dell’altro da aggiungere: qui trovate 3 ricette di cui sarete entusiasti, per un liquore classico, uno con caffè e cioccolato, e una crema. Qual è il vostro preferito?

 

Pasta fresca al caffè
Avete mai provato la pasta fresca al caffè? Esistono diverse ricette, alcune prevedono l’utilizzo della polvere di caffè, altre di quello già estratto. Nel nostro articolo le trovate entrambe: se invece della moka utilizzate una macchina da espresso e vi è avanzato del caffè, potete per esempio cimentarvi nella preparazione di fettuccine da condire con zucchine e gamberetti (o con altri ingredienti che si abbinano bene al caffè). Un’idea da sperimentare, non credete?

Utilizzare il caffè avanzato per le pulizie
I fondi sono perfetti come concime e per allontanare alcuni insetti, ma anche il caffè avanzato permette degli utilizzi pratici. La bevanda, infatti, ha una forte capacità abrasiva e sgrassante, e non è aggressiva come alcuni detergenti chimici, che con l’uso prolungato potrebbero danneggiare le superfici molto delicate. Usate il caffè avanzato per rimuovere le incrostazioni sui fornelli, per esempio: dopo pochi minuti, con l’aiuto di un panno pulito, potete rimuovere lo sporco con facilità.