Caffè Borbone sposa la street art di Paolo Spinazzé!

“Raccontare in maniera colorata, leggera e attraente il mondo del caffè espresso napoletano, ricco di tradizione e cultura é l’obiettivo che Caffè Borbone vuole raggiungere attraverso la capacità creativa e la sensibilità dello street artist anti-odio, Pier Paolo Spinazzè, in arte Cibo. A partire da ottobre l’artista racconterà i valori del caffè e delle altre eccellenze gastronomiche napoletane attraverso la street art, nella sua originale e lodevole modalità.

Si aggira per le strade d’Italia coprendo i simboli d’odio che compaiono sui muri sostituendoli con disegni pregni di colore, leggerezza e ironia, grazie ad un’operazione di solidarietà finanziata da Caffè Borbone e supportata dal comune di Napoli, colorerà la città partenopea. Questa non è l’unica novità che riguarda l’eclettico artista, infatti, tra
pochi giorni, Pier Paolo Spinazzè racconterà i valori del caffè con un’opera unica, questa volta un po’ insolita. Non sarà una parete a fare da cornice ai colorati murales dello street artist Cibo ma la carrozzeria dello storico tram 1 di Napoli e che oggi vede una nuova luce grazie al ripristino dell’antica tratta tranviaria.

 

L’iniziativa, che vede la collaborazione dell’Assessorato alla creatività urbana del Comune di Napoli, prevede la realizzazione di opere anti-odio dello Street Artist Cibo su varie superfici cittadine.

L’artista, inoltre, si confronterà con il Tavolo della Creatività urbana del Comune di Napoli e l’Assessore al ramo Luigi Felaco. Al fine di portare avanti questa encomiabile attività di sensibilizzazione contro ogni forma di violenza. Da oltre dieci anni Pier Paolo Spinazzè lavora e disegna sotto la tag di Cibo, la sua firma più nota, sinonimo ormai dell’eccellenza artistica italiana e di un impegno sociale che, attraverso l’arte, ha come obiettivo restituire qualcosa alla comunità trasformando i messaggi d’odio, che spesso purtroppo deturpano i muri delle nostre bellissime città, in appetitose opere d’arte.