Mumac: il Museo riapre al pubblico giovedì 10 e domenica 13

onto alla rovescia per la riapertura del Mumac – museo della macchina per caffè di Gruppo Cimbali, la più grande esposizione al mondo di machine professionali per caffè ospitata all’interno dell’headquarters del Gruppo a Binasco, alle porte di Milano. Visite su prenotazione, ingressi controllati, slot scaglionati ogni 45 minuti, percorsi definiti, attenzione a pulizia e igienizzazione e distanziamento sociale consentiranno a coffeelover e non solo di tornare a godere appieno delle collezioni museali, raccontate in questi mesi virtualmente e ora pronte a ricontrare i visitatori per un’esperienza di visita con “occhi nuovi”.

Con tutte le attenzioni a tutela dei visitatori. Il primo appuntamento speciale, in programma giovedì 10 settembre, coincide con l’avvio del progetto Le Vie del Compasso d’Oro 2020 organizzato da Adi, Associazione per il disegno industriale per valorizzare
chi abbia vinto l’ambito premio di design Adi Compasso d’Oro dal 1954 ad oggi oppure ottenuto una menzione d’oOnore o sia stato selezionato in una qualsiasi edizione del premio o in una delle edizioni dell’Adi design index.

Mumac rientra nel progetto delle Vie, ospitando al suo interno l’unica macchina per caffè espresso ad aver mai vinto il Compasso d’Oro LaCimbali Pitagora, disegnata dai Fratelli Castiglioni, nel 1962, oltre alcuni altri pezzi iconici che rientrano a pieno titolo nell’iniziativa, quali LaCimbali M39 (design Gianfranco Salvemini), inserita nell’Index 2005, e l’ultima nata di casa Faema, la E71E (design Guelfo-Borrelli, Italdesign) inserita nell’Index 2019, in corsa per il Compasso 2020.

In collaborazione con Mumac Academy con il corso per coffeelover “Espresso e non solo: alla scoperta della sostenibilità” cui seguirà una visita guidata di Enrico Maltoni, collezionista e co-fondatore Mumac. Durante le visite, gli ospiti avranno l’opportunità di vedere dal vivo, per la prima volta dopo due anni di prestiti nei più prestigiosi musei d’Europa (Triennale di Milano, Musèe des arts dècoratives del Louvre a Parigi, Deutsches Museum di Monaco), la rarissima D.P.47 disegnata da Gio Ponti per la Pavoni, ribattezzata “La Cornuta” per la forma dei gruppi erogatori, considerata la macchina più bella mai realizzata.

 

 

In ogni occasione di visita, è previsto l’ingresso anche allo speciale allestimento dell’Hangar 100, spazio espositivo polifunzionale annesso al Mumac, “LaCimbali Technology Heart, Human Mind Lab”, il nuovo experience centre LaCimbali dedicato al brand e ai suoi prodotti. Un inedito racconto del mondo LaCimbali e dei suoi modelli di punta per far vivere a visitatori e clienti da tutto il mondo un’esperienza immersiva dei prodotti iconici del brand. Il Lab è uno spazio esperienziale che unisce invenzione e tecnologia, design e sensi per raccontare il brand attraverso una visita attraverso isole di prodotto, teche espositive interattive, pareti retroilluminate decorate a tema caffè, una lounge zone firmata Kartell e culmina in una stanza multisensoriale dove reale e virtuale coesistono.

Sempre su prenotazione, il martedì e il giovedì dalle 10.00 alle 12.00 (ultimo ingresso) e dalle 15.00 alle 17.00 (ultimo ingresso). Sempre a partire dal 15 di settembre torna visitabile anche Mumac Library, la più importante biblioteca storica dedicata al caffè con oltre 1.300 volumi consultabili. Tutte le visite e gli eventi sono limitati per numero di partecipanti e previsti solo su prenotazione da effettuare tramite questo link sul sito mumac.it, seguendo le linee guida anti-Covid indicate.