Nespresso celebra il programma Reviving Origins introducendo un nuovo caffè!

Nespresso presenta Cafecito de Cuba, un caffè in edizione limitata che celebra l’antica tradizione del caffè radicata nella cultura cubana che nel corso dei secoli ha prodotto alcuni dei più grandi caffè arabica del mondo. Parte integrante dell’identità e della vita quotidiana di tutti i cubani, il caffè accompagna i momenti di socialità e convivialità, un vero e proprio rituale che il popolo cubano ama consumare senza fretta.

Scuro, tostato e dal carattere intenso, Cafecito de Cuba rimanda alla vivacità dell’autentica cultura cubana. Le sue potenti note a­ffumicate e deliziose note di legni aromatici e foglie di tabacco esaltano il potenziale della miscela di puro caffè arabica e ne evidenziano la consistenza densa e vellutata.

Per celebrarne l’unicità, Nespresso ha affidato alla Chef stellata Viviana Varese, nuova Ambassador di Nespresso Italiana, il compito di reinterpretare questo caffè attraverso la creazione di un piatto appositamente studiato per il lancio. Il risultato è “Viaggio a Cuba”, trasposizione culinaria delle sensazioni che l’assaggio di questo caffè unico ha suscitato nell’estrosa chef.

 

 

«Nella creazione di “Viaggio a Cuba”, mi sono ispirata proprio al ricordo del mio viaggio in questa terra meravigliosa, alle strade allegre e colorate de L’Avana e al calore ospitale dei suoi abitanti, al fine di creare un’esperienza gustativa in grado far viaggiare con la mente e rimandare ai luoghi e ai sapori caratteristici di Cuba» afferma Viviana Varese, Chef del Ristorante ViVa al secondo piano di Eataly a Milano.

Con un terreno particolarmente fertile e condizioni climatiche ideali, Cuba offre un habitat perfetto per la coltivazione del caffè, fattori ambientali favorevoli che nei secoli hanno permesso agli abitanti dell’isola di distinguersi tra i migliori produttori al mondo di questa antica bevanda. Inoltre, per esaltare il potenziale dei chicchi e sottolineare l’autenticità di Cafecito de Cuba, Nespresso ha applicato una sofisticata tecnica di tostatura separata: una metà dei chicchi viene tostata per un tempo più breve con l’obiettivo di far emergere i sapori unici e gli aromi specifici del caffè; l’altra metà viene tostata più a lungo, così da creare un corpo denso con una consistenza vellutata e un sapore intenso e ricco.

Cafecito de Cuba, così come TAMUKA mu ZIMBABWE, ESPERANZA de COLOMBIA e l’ultimo arrivato AMAHA awe UGANDA, fanno parte di Reviving Origins, il programma che dal 2019 si pone l’obiettivo di ripristinare la produzione di caffè in quelle regioni in cui questa è minacciata.

 

 

La produzione di caffè a Cuba negli anni ’90 si attestava su circa 25.000 tonnellate, produzione che ha subito un importante declino con il crollo dell’URSS e il taglio dei sussidi destinati all’isola, che ha portato a un conseguente regresso nella produzione di caffè nel periodo successivo. Oggi, i problemi principali riscontrati sono legati alle scarse pratiche di lavorazione del caffè e alla mancanza di strumenti per implementare la produzione di caffè di alta qualità, oltre a una carenza di infrastrutture per il trasporto. Il governo cubano sta lavorando all’implementazione delle strumentazioni, delle infrastrutture e degli incentivi a favore dei coltivatori, al fine di implementare la vendita del caffè cubano. Allo stesso modo, l’impegno a lungo termine di Nespresso per supportare i coltivatori di paesi come Cuba, in cui la coltivazione di caffè si è ridotta, sia per quantità che per qualità, mira a riportare in vita le loro piantagioni, offrire formazione e migliorare così anche le loro condizioni di vita.