Pubblicità

Molti del settore già la chiamano “la rivoluzione del distributore automatico”, altri la additano come una moda passeggera.

Nell’area relax dell’ufficio c’è sempre una macchinetta che promette di regalare una gioia in cambio di pochi spiccioli. Secondo Confida (Associazione Italiana Distribuzione Automatica), ci sarebbero 800mila distributori automatici in Italia che erogano ben 3 miliardi di bicchierini all’anno e la cifra è in continua crescita, soprattutto oggi che i bar sono chiusi a causa del secondo lockdown da Coronavirus.

 

 

Segno che la macchinetta è la prosecuzione di quel rito, grazie a caffè che utilizzano sempre più miscele pregiate. È il punto in cui si evade per una pausa rapida, ma indispensabile e infatti è installata soprattutto nei luoghi di lavoro. Nello specifico, il 36% si trova nelle aziende, il 17% negli studi di professionisti, il 13% in attività commerciali, l’11% in scuole, università ed edifici sanitari.

La pausa caffè, insomma, aiuta a spezzare la noia della routine, migliora le relazioni sociali, accende le lampadine della creatività ed è fondamentale per tornare ai posti di combattimento rilassati e piacevolmente attivi.