TOward TOmorrow di Lavazza si conclude con un fortunato vincitore!

Il 10 luglio con la proclamazione del vincitore si è conclusa la Finale di TOward TOmorrow, il concorso internazionale lanciato su Instagram e che rientra nella campagna Toward2030 What are you doing?. Con un premio di 10.000 euro, il contest è nato per coinvolgere i creativi di tutto il mondo in un dialogo su arte e sostenibilità. Supportato dalla rivista americana Juxtapoz, l’organizzazione Arts helps impegnata nel dibattito su Arte e Sdgs – Sustainable development goals, e Un Sdg action campaign. Una speciale iniziativa delle Nazioni Unite a sostegno del movimento globale per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030.

 

La direttrice creativa Charlotte Pyatt, inoltre, ha coinvolto 17 Ong internazionali che utilizzano l’arte come strumento per attivare consapevolezza e sostegno alle tematiche di sostenibilità negli ambiti in cui operano.
Ad esser nominato vincitore, tra gli oltre 400 partecipanti, è stato Prickly Sauce, un artista residente nel Regno Unito e la cui opera è ispirata al Sdg 16 “Pace, Giustizia e Istituzioni solide”. “Le mani incatenate della giustizia afferrano saldamente le dita che rappresentano il simbolo della pace, unendole assieme come simbolo di istituzioni solide”, ha spiegato Rob Thomas (Prickly Sauce).

“La catena tesa sui lati rinforza questo messaggio. Un’immagine forte, che rappresenta visivamente il legame tra i due elementi e, fondamentalmente, la rilevanza degli stessi nella vita delle persone”.

 

 

“Siamo entusiasti della proclamazione del vincitore di questa innovativa edizione di TOward2030 – ha commentato Francesca Lavazza – “TOward2030 è un pluripremiato progetto culturale ideato dal Dipartimento Sostenibilità di Lavazza e realizzato nel 2018/2019 con la Città di Torino. L’emergenza Covid-19 ci ha costretti a rivedere i nostri progetti e a ridefinire come portare avanti la nostra mission in questo difficile momento, ed è per questo motivo che abbiamo lanciato TOward TOmorrow.

Questa iniziativa offre non soltanto supporto economico agli artisti e valorizza gli sforzi delle Ong di tutto il mondo, ma fondamentalmente ci ha permesso di portare avanti la nostra missione di usare l’arte per creare consapevolezza circa gli obiettivi globali in modo che diventino ingaggianti e di impatto” – ha dichiarato Francesca.