Caffè come fertilizzante: il miglior ritorno alla Terra

Di Alberto Dacarro.

 

Dalla colazione alla cena, il caffè è una bevanda che troviamo in tutto l’arco della giornata.Molte persone non lo sanno, ma i fondi di caffè hanno molteplici utilizzi.
Grazie al loro contenuto di calcio, azoto, potassio, magnesio e altri minerali, i fondi di caffè si presentano come un ottimo concime e fertilizzante per le piante dell’orto.
Il loro utilizzo però deve essere fatto in modo oculato. L’importante, prima di usarli, è che vengano conservati in maniera corretta: è consigliabile infatti riporli in un sacchetto di plastica o in un contenitore di vetro asciutto in modo da evitare che l’umidità possa causare muffe.

Basterà cospargerli nel terreno, mischiandoli direttamente con il terriccio. Il compost così ottenuto non acidifica il terreno, risultando leggermente alcalino; inoltre, l’azoto contenuto nei fondi di caffè aiuterà la crescita delle piante e la loro fioritura.
Sono anche in grado di tenere lontani dall’orto vermi, lumache, formiche e chiocciole. Sarà sufficiente creare, con i fondi, un cerchio intorno alla pianta e vedrete che non si avvicineranno più.
Se invece riponete due tazze di fondi in un secchio d’acqua e lasciate il tutto in infusione, avrete ottenuto un fertilizzante liquido, un ottimo nutrimento per le foglie .
Il fondo di caffè è un substrato perfetto anche per la coltivazione dei funghi, perché contiene minerali e sostanze nutritive utili per la loro crescita.
Questo metodo, è stato inventato da un micologo Cinese. Grazie alle alte temperature alle quali sono sottoposti, vengono sterilizzati in maniera naturale e quindi muffe e batteri non possono svilupparsi. Inoltre, in questo substrato naturale ci sono molte sostanze nutritive come fosforo e azoto che sono ideali per la coltivazione.

 

 

METODO PER LA COLTIVAZIONE DEI FUNGHI IN CASA:

  • Sacchetto di plastica molto resistente
  • Cassetta della frutta in legno riciclata
  • Semi dei funghi
  • Posa del caffè a temperatura ambiente

 

 

Riponete il sacchetto all’interno della cassetta di frutta e versate al suo interno la posa del caffè
alternata ai semi dei funghi. Chiudete il sacchetto e riponetelo in un luogo buio e fresco per circa
15-20 giorni. Quando inizierete a sentire il profumo dei funghi dovrete incidere con un coltellino la
busta ed esporla alla luce diretta del sole.
Raccoglierete i primi funghi dopo 3 settimane.