Pubblicità

Il primo ottobre si festeggia a livello mondiale la bevanda più apprezzata in Italia nella forma di espresso: per il 2020, il tema della Giornata internazionale del caffè è dedicato alle nuove leve: lo ha deciso l’Ico, l’International coffee organization sotto l’egida dell’International coffee day. Così questa volta il supporto va tutto ai giovani che lungo la filiera si muovono con impegno e passione per costruire le vie del futuro. La sfida è quella di migliorare dai Paesi produttori agli importatori, attraverso le azioni dei nuovi coltivatori, baristi e chiunque faccia parte di questo ciclo virtuoso che dai campi si chiude alla tazzina.

 

Secondo l’Ico è ora il momento di affrontare sistematicamente i grandi problemi che affliggono questa industria, a partire dalla questione del prezzo del chicco che attualmente è ai minimi, sino alle condizioni di vita dei coltivatori. Oggi, questi due temi più che mai vanno risolti, di fronte ad un aggravarsi di condizioni di partenza già critici per via dell’arrivo della pandemia. Le prospettive degli anni avvenire sono drammatiche: i giovani che lavorano nei campi ormai abbandonano l’attività della famiglia in numero sempre maggiore, alla ricerca di professioni migliori economicamente e non soltanto.

La questione di genere vede ancor più lasciate indietro le donne, che sono state colpite in maniera sproporzionata da tutti questi ostacoli, in particolare modo se si guardano i Paesi d’origine.